Contenuto principale

Benvenuti

banner integratedfootball

Integrated Football

The New Fronter of Sport For All

Alla conclusione del progetto European Day of Integrated Sport, cofinanziato dal Programma Erasmus+, sono stati definiti i regolamenti sportivi per alcune discipline di Sport Integrato. Si è così raggiunti un nuovo traguardo europeo per l’attività sportiva di inclusione sociale tra atleti disabili e non disabili, tra giovani . Il regolamento sportivo che ha saputo maggiormente rappresentare il più alto livello di integrazione tra atleti disabili e non disabili è stato il football integrato. Nel presente progetto si intende sviluppare le attività di football integrato coinvolgendo persone con difficoltà di inserimento sociale e culturale e costituire la Rete Europea del Football Integrato. Sulla base del regolamento sportivo pubblicato, e trasmesso ai Comitati Olimpici e Paraolimpici Nazionali dei Paesi UE, si svolgerà un corso di formazione per tecnici sportivi ed un corso di formazione per giudici di gara al fine di comporre una squadra di football integrato in ogni Paese partecipante. La complessità delle regole consente di rendere tutti i partecipanti realmente operativi nel raggiungimento del risultato finale e questo dimostra la nuova frontiera dell’integrazione sociale attraverso lo sport. A seguito della formazione svolta sarà composta, in ogni Paese partecipante, una squadra di football integrato che incontrerà le altre rappresentative nazionali, durante la settimana europea dello sport, per un torneo che si svolgerà presso gli impianti sportivi dell'Università, al fine di far conoscere, ai giovani studenti, le nuove opportunità lavorative che può offrire lo sport integrato. Alla conclusione del progetto in ogni Paese sarà attivata una Associazione Sportiva di Football Integrato per dare continuità all'iniziativa e svolgere attività a livello nazionale. La Rete Europea del Football Integrato e le Associazioni Sportive costituite saranno presentate in un incontro pubblico congiunto, con tutte le Organizzazioni partner, nel quale sarà diffuso il calendario 2018 del football integrato e l’album delle figurine dello Sport Integrato con le fotografie dei partecipanti al progetto.


 Per Sport integrato si definisce l’attività Sportiva a carattere Educativo rivolta a tutti gli atleti, sia disabili sia non disabili, con l’intento di costruire insieme un gruppo che, attraverso la pratica sportiva, sviluppa e promuove la cultura dell’integrazione, della solidarietà, con l’accettazione e la valorizzazione della diversità a tutti i livelli.  

Il Portale www.sportintegrato.it vuole essere una vetrina pubblica per promuovere e valorizzare le esperienze a livello locale e nazionale e così contribuire ad affermare il valore della diversità umana come ricchezza e non come handicap. 

In sintonia con gli indirizzi sanciti dalla riforma del servizio socio-sanitario (L.328/2000), che interpreta in modo innovativo il welfare e il senso dell’assistenza e dell’integrazione, si vuole contribuire a promuovere la partecipazione e la condivisione con azioni che puntino a soddisfare bisogni comuni e condivisi da persone disabili e non disabili. 

Il Progetto autofinanziato sportintegrato.it, interpretando questi principi, mette in atto un lavoro di promozione e progettazione per il miglioramento della qualità della vita della persona disabile e non disabile attraverso lo sport e la promozione di attività integrate. 

L’esperienza quotidiana ha dimostrato quanto sia più efficace, per lo sviluppo dell’autonomia individuale, l’azione integrata se si mettono insieme nell’attività persone differenti per caratteristiche e competenze. 

Il sito risponde alle indicazioni della Legge del 9 gennaio 2004, n. 4 recante «Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici». La legge approvata all’unanimità dal Parlamento, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 17 gennaio 2004, ed è diventata operativa dopo oltre un anno tramite il Decreto Attuativo del Presidente della Repubblica, 1 marzo 2005, n. 75; Il Decreto Ministeriale dell' 8 luglio 2005 che stabilisce le linee guida recanti i requisiti tecnici e le metodologie per la verifica dell'accessibilità dei siti Internet, nonché i programmi di valutazione assistita utilizzabili a tale fine; il Decreto Ministeriale 30 aprile 2008 «Regole tecniche disciplinanti l'accessibilità agli strumenti didattici e formativi a favore degli alunni disabili».

Share